Santon e la compagna minacciati di morte!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Numerosi tifosi dell’Inter hanno individuato in Davide Santon e nel suo ingresso in campo nei minuti finali della gara con la Juventus il motivo della sconfitta contro la formazione bianconera, capace di ribaltare il risultato con Juan Cuadrado (la cui conclusione è stata deviata da Milan Skriniar) e Gonzalo Higuain. La rabbia nerazzurra è, come era ampiamente prevedibile, sbarcata anche sui social: nel mirino sono finiti tanto il terzino che la sua fidanzata.
Chloe Sanderson, attraverso alcune storie che ha pubblicato sul proprio profilo Instagram, ha raccontato quanto successo fin da subito il triplice fischio di Daniele Orsato, peraltro protagonista di un arbitraggio assai controverso: “Sono senza parole per l’umanità, ringrazio chi ha espresso i suoi sentimenti per una partita di calcio senza minacciarmi di morte e stupro o augurarmi una malattia – ha spiegato la donna -. E agli ignoranti che pensano che il denaro possa attutire questo tipo di commenti, dico che mio padre sta morendo di tumore al pancreas e i soldi non lo aiutano”.
“Apprezzo il calcio e la passione che gli sta dietro ma per la prima volta in vita mia ho paura a stare da sola in casa con mio figlio. Mi è stato detto di chiudermi dentro e di preoccuparmi su come il mio compagno possa tornare a casa stasera. Tutto questo è ingiusto, nessuno più di Davide sta così male per il risultato” ha proseguito la spaventata Sanderson.
Tra sabato e domenica si sono moltiplicati gli attacchi social, alcuni dei quali anche da parte di sedicenti ‘influencer’: le decisioni dell’arbitro, in particolare in occasione della mancata seconda ammonizione di Miralem Pjanic, hanno irritato il popolo nerazzurro. Ma purtroppo c’è chi è andato ben più in là del limite anche con Santon. E le parole della sua compagna sono lì a dimostrarlo.

L’articolo è stato preso dal sito Sportal.it

Precedente Il BARCELLONA E' CAMPIONE DI SPAGNA PER LA 25° VOLTA! Successivo Risultati Serie B: nelle zone alte vincono Parma, Frosinone e Venezia...

Lascia un commento

*